Pubblicato da : Debora Procopio | Categoria : curiosità

Dopo gli aggiornamenti alla politica sulla privacy Facebook ha deciso di modernizzare e rivisitare anche le regole sul materiale che sarà possibile pubblicare sul social network mentre tutti i post ritenuti non idonei saranno bloccati e rimossi. I motivi di questi cambiamenti sono stati spiegati da Monika Bicket, capo dei contenti della policy di Facebook, la quale ci ha tenuto ha specificare che alla base di tali modifiche c’è la volontà di eliminare la confusione che si genera attorno alle discussioni inerenti al perché un determinato post sia stato bloccato o meno. La guida è stata riscritta in modo molto più dettagliato per fare in modo che tutti possano comprendere con semplicità quali sono i motivi e i regolamenti che Facebook applica ogni volta che decide di bloccare ed eliminare un post. Ovviamente nel nuovo documento e stato messo ben in evidenza che non saranno assolutamente e in nessun modo tollerate le organizzazioni terroristiche i loro membri e chiunque si dimostri favole alle loro idee con la condivisione di foto o post. Facebook ha deciso di dire no anche alle foto hot o ai post eccessivamente provocanti o dal contenuto poco rispettoso e troppo esplicito, non saranno tollerati atti di bullismo, insulti o minacce e qualsiasi altra forma di violenza contro le persone. In caso in cui pensiate che qualcuno abbia postato contenuti non idonei alla politica del social network non esitate a segnalare il contenuto e lo staff si occuperà subito di valutarlo per poi decidere se bloccarlo o meno. ...



Advertisements


Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : news

Da pochissimo tempo Facebook ha nuovamente aggiornato la sua normativa sulla privacy ma a quanto pare anche questa volta qualcosa non è andata come doveva, infatti, il Center Interdisciplinary Law and Ict dell'Università di Leuven su richiesta della commissione europea sulla privacy belga, ha esaminato l’aggiornamento sulla politica della privacy del social network decretandola inadatta poiché viola le norme inerenti alla protezione dei consumatori. L’accusa rivolta al social network è quella di caricare di eccessiva responsabilità l’utente in quanto ognuno di noi dovrebbe conoscere e modificare a proprio piacimento e secondo le proprie esigenze le varie opzioni che troviamo nel menù delle impostazioni dedicato alla privacy. Queste operazioni però spesso tendono a essere complicate oltre che noiose e molti utenti poco attenti a curare quest’aspetto della loro vita online evitano di effettuare qualsiasi controllo e non sono minimamente documentati sul tipo di politica che il social network attua. Ovviamente Facebook risponde alle accuse, sicura di sé e fiduciosa del fatto che gli ultimi aggiornamenti apportati siano perfettamente conformi alle norme, inoltre, ha cercato di dare maggiore supporto agli utenti per quanto concerne il settaggio della propria privacy con una piccola guida, il Privacy checkup, che aiuta a comprendere il complicato meccanismo dei Privacy setting. Chi naviga spesso in rete però non deve fare attenzione solo alle impostazioni del social network poiché anche Google lo scorso anno è stato indagato dall’agenzia olandese per la protezione dei dati personali, che ha imposto al motore di ricerca più famoso al mondo il pagamento di una multa di 15 milioni di euro per il modo in cui archiviava i dati personali degli utenti.  ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : news

Con le nuove impostazioni sulla privacy in vigore su Facebook, il social network è in grado di seguire i propri utenti e anche quando questi non sono a esso collegati. Se guardate le nuove impostazioni in merito alla privacy su Facebook, noterete che adesso è possibile dare il consenso per la raccolta dei dati in merito alle attività online che si svolgono al di fuori dal social network. Per verificare se questa impostazione è al momento disattivata o se volete attivarla, dovete semplicemente collegarvi al vostro profilo Facebook e cliccare su impostazioni e poi su inserzioni, dove potrete notare che diverse aziende e tutti i siti i cui cookie registrano le visite, possono chiedere al social network di mostrare le proprie inserzioni ai visitatori del loro sito, sia attraverso Facebook sia al di fuori di esso. Per fare in modo che né Facebook né altri siti raccolgano o utilizzino i dati provenienti dalla navigazione online, bisogna disattivare il servizio attraverso l’European Digital Advertising Alliance in Europa, oppure dovrete utilizzare le impostazioni presenti nella versione mobile del vostro dispositivo. È necessario effettuare la disattivazione una sola volta, Infatti, essa è valevole sia per il vostro Facebook mobile sia per quello desktop indipendentemente da quale metodologia voi usiate per eseguire la disattivazione che quindi si applica automaticamente a tutti i dispositivi che utilizzate per accedere al social network. ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : news

Meno di ventiquattro ore fa Zuckerberg ha subito ben due attacchi hacker sulle sue piattaforme più famose, infatti, per circa un’ora sia Facebook sia Instagram sono stati irraggiungibili da tutti gli utenti, compresi quelli italiani. L’attacco hacker è stato rivendicato da Lizard Squad attraverso un tweet postato sul profilo @LizardMafua, gruppo già conosciuto da molti, visto che a Natale aveva colpito gli utenti Playstation e Xbox, ma nonostante ciò Facebook attraverso un comunicato ufficiale si è subito affrettata a precisare che la responsabilità di quanto è avvenuto era stato causato da problema tecnico dovuto all’introduzione di alcune modifiche apportate ai sistemi di configurazione.  Un mea culpa che ha fatto molto sorridere, e che non ha impedito che si scatenasse su Twitter il classico #facebookdown che spopola ogni volta che, il social network si blocca. L’ultimo problema del social network si era manifestato lo scorso settembre quando si verificarono ben due “down” ma anche questa è stato rimesso tutto a posto a tempo di record e le piattaforme sono tornate funzionanti al 100%. ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : siti web

In quest’ultimo periodo molte aziende si trovano in difficoltà economica ma a quanto pare Facebook è immune alla crisi economica e secondo alcune indiscrezioni pubblicate da diversi giornali statunitensi, Mark Zuckerberg avrebbe intenzione di assumere altri 1200 impiegati. Probabilmente buona parte di questi nuovi assunti integrerà il personale che già lavora nel settore della realtà virtuale e a quella dei droni che permetteranno ai paesi meno sviluppati di collegarsi a internet con maggiore facilità. Sheryl Sandberg, qualche tempo fa, aveva rilasciato un’intervista annunciano che la crescita egli utenti Facebook anche il loro business s’ingrandiva di pari passo e, infatti, il Time nello scorso settembre aveva contando ben 8.348 impiegati presso gli stabilimenti di Menlo Park che a quanto pare non sono sufficienti e avranno presto nuovi colleghi a loro fianco. Chi è in cerca di occupazione potrebbe anche provare a inviare il proprio curriculum vitae, vista la crescita veloce e costante del social network non è escluso che possiate trovare lavoro. ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : news

Quasi tutte le app di messaggistica istantanea danno la possibilità di inviare dei messaggi vocali, funzione molto apprezzata soprattutto perché facilità molto la nostra vita, ci basta premere un pulsante e parlare, senza dover perdere tempo a scrivere lunghi testi e senza dover rivolgere lo sguardo e impegnare le mani sullo smartphone. Come tutti ormai sappiamo questa funzione è presente anche su Facebook Messenger e l’unico grande problema che si ha quando riceviamo un messaggio vocale è quello di non poterlo ascoltare in piena libertà o senza essere in imbarazzo, diciamo la verità, la registrazione audio della nostra fidanzata che ci chiama con mille nomignoli diversi è deliziosa se siamo soli in macchina o a casa, ma farla ascoltare a tutti mentre siamo in fila alla posta, potrebbe essere una situazione poco piacevole. Salvo che voi non abbiate sempre con voi un auricolare potrete risolvere questo problema con il nuovo servizio che Facebook sta ancora sperimentando, il social network mira a farci avere una piccola anteprima scritta del messaggio audio che abbiamo ricevuto. Con la traduzione scritta del testo possiamo farci un’idea di quale sia il contenuto del messaggio e decidere così se ascoltarlo o meno anche se ci troviamo in pubblico. Questa nuova funzione sta affrontando una stretta fase di test e se i feedback saranno positivi, non è escluso che quest’opzione sarà presto presente sui nostri smartphone. ...

Pubblicato da : Debora Procopio | Categoria : news

Qualche tempo fa il Financial Times aveva annunciato l’arrivo di Facebook Work e, infatti, l’applicazione è stata rilasciata e in questo momento sta già affrontando i primi test, ma la nuova piattaforma legata al social network si presenta in modo diverso da quanto si era ipotizzato. Innanzi tutto è bene specificare che Facebook Work non è per tutti, infatti, l’applicazione è stata realizzata e interamente dedicata alle imprese quindi sarà disponibile solo al loro interno per migliorare la comunicazione tra gli impiegati, senza che le informazioni finiscano ovviamente fuori dagli uffici o sui profili privati degli impiegati, infatti, le informazioni scambiate attraverso Facebook Work sono protette e completamente separate dai profili privati, in questo modo la privacy delle aziende non sarà violata in nessun modo. Tra gli strumenti presenti sul “nuovo” social network gli impiegati troveranno i già noti News Feed, messaggi, eventi, gruppi e molti altri ancora da scoprire, attualmente Facebook Work è già presente sul Google Play e su App Store ma potranno eseguire il download solo i partener che hanno aderito alla fase di test, probabilmente non passerà molto tempo prima che l’applicazione sia rilasciata in maniera ufficiale e divenga disponibile per le aziende che vorranno usufruirne. ...

Pubblicato da : Debora Procopio | Categoria : news

I saldi sono iniziati e purtroppo la sfrenata vogli di acquisti delle ragazze è stata utilizzata per mettere in atto una truffa che già da qualche ora è online e si diffonde velocemente attraverso Facebook. Da qualche ora, infatti, è possibile notare un evento presentato attraverso il social network, che metteva in palio ben 450 carte regalo dal valore di 500 euro che i vincitori avrebbero potuto utilizzare nei negozi Zara, nota catena di punti vendita che si occupa di vestiti e accessori all’ultima moda. L’evento denominato, Zara Promo 2015 scade il 14 gennaio e in pochissimo tempo ha già attirato l’attenzione di 70 mila utenti ignari che si sono iscritti seguendo la procedura indicata. Purtroppo però alcuni punti vendita Zara hanno già ufficializzato che si trappa di una bufala e che nessuna carta promozionale sarà distribuita, fate dunque molta attenzione perché l’iscrizione a questo falso concorso prevede l’inserimento di dati personali, che finiranno nelle mani dell’ideatore di questa truffa che potrà quindi usufruirne e utilizzarli per i suoi personali scopi. Vi sarà chiesto di accedere a un sito attraverso un link indicato per controllare se siete vincitori del concorso o meno, ma in realtà si tratta di uno shortlink che metterà a rischio i vostri dati personali, quindi fate molta attenzione sia in questo sia in altri casi, visto che non è la prima e probabilmente neanche l’ultima truffa che finirà sul social network. ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : applicazioni

Dopo averne viste di tutte i colori in giro per il web e soprattutto sui social network, finalmente Facebookha deciso di dare la possibilità, a chi lo vuole, di essere ben educato semplicemente dicendo “grazie”. Mark Zuckerberg ha deciso di apportare un piccolo miglioramento al suo social network in modo da invogliare le persone a interagire maggiormente tra di loro attraverso la sua piattaforma, fino ad ora, infatti, tutti noi abbiamo espresso il nostro consenso cliccando sul tasto “mi piace” ma questo gesto ormai cosi consueto, è spesso ignorato e nemmeno notato, dalla maggior parte delle persone.  La nuova funzione permetterà di creare dei brevi video personalizzati con cui dire “grazie” alle persone a noi più care o a quelle su cui vogliamo fare colpo stupendole con n po’ di semplice e sana buona educazione. Il funzionamento sarà semplicissimo basterà scegliere ...

Pubblicato da : Eugenio Romano | Categoria : impostazioni

Da pochissime ore il product manager di Facebook, Greg Marra, ha pubblicato un post, con cui spiega come utilizzare le ultime novità introdotte sul social network, che riguardano la gestione del flusso d’informazione sulla news feed. Accedendo al vostro account Facebook noterete che nelle impostazioni è comparsa la nuova voce “gestisci sezione notizie” all’interno della quale troverete una lista di persone, pagine e gruppi, e con un solo clic potrete decidere di continuare o meno a ricevere informazioni provenienti da un dato gruppo o da alcune persone. Ovviamente se deciderete di non seguire più alcuni amici, questo non vuol dire che non potrete più cambiare idea in seguito, vi basterà, infatti, accedere nuovamente alle impostazioni per modificare nuovamente le vostre preferenze. Per quanto riguarda i post pubblicati dai nostri amici, la decisione non per forza deve essere drastica, è vero che possiamo decidere di seguirli o meno ma adesso potremo anche decidere di vedere un numero di post inferiore, proveniente dalla medesima persona. Con l’introduzione di queste nuove impostazioni Facebook ha voluto dare ai suoi utenti un maggiore controllo sui post che ha, più o meno interesse a vedere, in questo modo ognuno di noi potrà in qualche modo personalizzare la propria news feed inserendo i filtri che ritiene più giusti, ovviamente le nuove impostazioni sono attive sia su Facebook mobile sia su Facebook desktop. ...

Altri articoli

Questo sito web non è collegato in nessun modo con Facebook , non è collegato a Facebook o altri servisi e prodotti di Facebook .Marchi e segni distintivi. I vari marchi e i segni distintivi pubblicati sul presente s sono di proprietà dei rispettivi e legittimi titolari.